Triboo, destinazione Cina passando dalla City

PER CERCARE NUOVI PARTNER IL GRUPPO HA INIZIATO UNA SERIE DI ROAD SHOW, IL PRIMO È AVVENUTO A LONDRA: “ABBIAMO APPENA APERTO A SHANGHAI”, HA SPIEGATO L’AD GIULIO CORNO. NELL’ULTIMO MESE PIÙ 23% IN BORSA

Milano Destinazione Cina per Triboo, che con il passaggio al segmento Mta di Piazza Affari cerca visibilità internazionale e un piano di sviluppo ambizioso nel mercato digitale più difficilmente penetrabile del mondo. La società controllata da Compagnia Digitale Italiana aveva pronto il trasferimento dall’Aim da almeno un anno: «Era un passaggio puramente tecnico per noi dice Giulio Corno , ceo di Triboo – ma ci tenevamo molto a farlo perché sull’Mta abbiamo maggiore visibilità per gli investitori, soprattutto stranieri, in grado di comprendere il nostro modello digitale. Che è un modello unico, in cui e-commerce, sfera editoriale e raccolta di advertising sono integrati perfettamente. Quando abbiamo deciso di unire le due anime di Triboo, editoria e e-commerce, lo abbiamo fatto proprio per l’importanza che i contenuti hanno per il commercio elettronico.

 

Leggi l’articolo completo:

LA REPUBBLICA